Juorni






Juorni
E juorni* sò
semp’cchiu curti
accumminciarrà*
a chiovere
a
porta mia ,spalancata,t’aspettato
Pecchè
e fatt’accussì* tardi?
N’coppe
a tavula mia,puparuoli* verdi
ò
sale,o pane
O’vino
che aggiu* mis’dint a giarra*
l’aggiu
vippeto* a’mità,sulo,asspettanet’
pecchè
e fatt’accussì tard
Ma
oilloco* n’coppe a li rami
frutti
carechi e mele*
steveno
pè cadere senza essere cugliuti*
si
tu aviss’fatt ancora tardi
*giorni,comincerà,così’peperoni,ho,brocca,bevuto,ecco,miele,colti
Nazim Hikmet

Precedente il dubbio Successivo Bruni Sergio - Amaro è o bene